Unificato.it - Cataloghi e Pubblicazioni per Collezionisti

TopBanner L'Arte del Francobollo Storie di Posta UnificatoWeb Unificato App

 

 

Carrello Acquisti

Il carrello è vuoto.

Sei in : News Ultime Notizie MONETE e CARTAMONETA D'ITALIA 2010-11

MONETE e CARTAMONETA D'ITALIA 2010-11

E-mail Stampa PDF

copertina MONETE e CARTAMONETACon il nuovo

“MONETE E CARTAMONETA D’ITALIA 2010-11”

fotografata la realtà del mercato numismatico italiano


Per conoscere le nuove quotazioni di monete e cartamoneta d’Italia sarà disponibile a fine maggio (convegno-fiera di Veronafil del 21/23) la nuova edizione dell’unico ed innovativo BICATALOGO d’Italia edito dall’Unificato.

Parecchie le novità, che non riguardano soltanto i prezzi, ma anche dati e notizie varie tra cui, di particolare interesse, l’aggiunta di varietà di conio del Regno e della Repubblica, sempre più ricercate da parte dei collezionisti.

Ma le quotazioni costituiscono senza dubbio la parte più interessante di questa nuova edizione del catalogo che si è imposto nel mondo del collezionismo per il mix di praticità, innovazione e completezza dei dati, ad un prezzo di copertina assolutamente contenuto (solo 16,50 euro!).

Ecco alcuni dettagli riguardanti il settore MONETE:

- da segnalare in primo luogo le monete d’oro che nel corso degli ultimi mesi hanno ottenuto rialzi consistenti dovuti prevalentemente al forte aumento del metallo e conseguente forte richiesta da parte degli investitori.

- ma gli aumenti riguardano anche i pezzi, in oro ed argento, che in ordine alla rarità, mantengono sempre il massimo interesse collezionistico. Da segnalare: il 5 lire di Carlo Felice del 1831/Torino (n.76) che in FDC passa da 12.000 a 13.000 euro; il 20 lire dello stesso Re del 1827/Genova (n.85) da 4.800 a 5.500 euro in condizione SPL. Anche le Lire di Vittorio Emanuele II Re di Sardegna (n. 21 e 22) del 1856 e 1857 ottengono apprezzamenti considerevoli in FDC, la prima da 1.800 a 3.000 euro e la seconda da 1600 a 3.500 euro! Di Umberto I da citare il 50 L. oro FDC del 1888 (n. 67) che da 7.500 è salito a 8.500 euro.

- in ripresa le quotazioni delle serie per “numismatici“ di Vittorio Emanuele III, grazie alla ormai nota sentenza di “Liberalizzazione” di queste monete per collezione, di cui fino a poco tempo fa era vietato il commercio. Un esempio su tutti i 5 lire (n. 273/76) del 1938/41 che dai 4.500/4.800 passano a 6.500/6.800 euro.

- apprezzamento delle serie Coloniali, soprattutto Somalia Italiana, nelle conservazioni SPL/FDC. Ma anche i due 5 lire argento (n. 7 e 8) della Colonia Eritrea di Umberto I, passano rispettivamente da 3.400 a 4.000 euro e da 5.500 a prezzo a richiesta.

- buona performance per le monete in nichelio del Regno di Vittorio Emanuele III, in condizione FDC e nelle date comuni.

- pochi, ma dovuti, i ridimensionamenti delle quotazioni che riguardano alcuni pezzi del Regno d’Italia in condizioni MB/BB.

- una lineetta al posto delle quotazioni, per alcuni pezzi molto rari, sta a segnalare l’impossibilità a fissarne un prezzo anche indicativo, considerati gli altalenanti realizzi nelle varie aste numismatiche.

- per la Repubblica italiana, da segnalare un timido ma incoraggiante risveglio delle monete datate fino al 1967, tra cui le 50 e 100 lire in conservazione SPL/FDC, nonché le 500 lire “Caravelle”, emesse sino al 1967 in FDC. Tuttavia la  prolifica, esosa e poco lungimirante politica di emissioni adottata dall’IPZS, non aiuta certo ad incentivare il collezionismo, e ciò si ripercuote negativamente anche sul mercato delle monete in lire. Infatti in questa edizione si è dovuto, limitatamente alle commemorative in argento, riportarle a quotazioni di qualche anno fa.

- anche per San Marino e Vaticano, le cui politiche di emissioni non si discostano molto da quella italiana, unitamente a piccoli aumenti o conferme delle precedenti quotazioni si registrano doverosi aggiustamenti al ribasso, in particolare per le commemorative e l’argento.

Per la parte BANCONOTE:

- anche se in prima lettura può sfuggire, molto lavoro di controllo e messa a punto è stata realizzata in questa nuova edizione. Ad esempio sono stati corretti, rivisti e aggiunti dove mancavano, tutti i numeri di serie e le firme sulle banconote.

- aggiunta inoltre la classificazione e la relativa quotazione dei Libretti AM LIRE.

- le quotazioni, controllate minuziosamente, risultano statiche, se non in leggero ribasso per le banconote comuni ed in scarso stato di conservazione. Mentre sono state confermate quelle relative ad esemplari in buona conservazione e per le rarità; per queste ultime il mercato riserva sempre una buona attenzione. Tra i vari aumenti si segnalano quelli ottenuti dai biglietti di banca da 50 lire di Umberto I che, in condizione SPL, da 2.600 sono saliti a 3.500 e di Vittorio Emanuele III in FDS che, superando il tetto di 6.500, sono ora con prezzo a richiesta.

Per concludere il catalogo UNIFICATO delle “Monete e Cartamoneta d’Italia 2010-11” può, senza dubbio, considerarsi il mix ideale per il collezionista che vuole tenersi aggiornato e conoscere, con la massima trasparenza, la realtà del mercato.

 

Milano 14.05.2010                                                                                                               C.I.F. srl

 

Il catalogo, 272 pagine a colori, 16,50 euro di copertina, cataloga le MONETE dal Regno di Sardegna alla Repubblica, più San Marino e Vaticano, tutta la CARTAMONETA d’Italia: Buoni di Cassa, Biglietti di Stato e Banca e le AM Lire.
disponibile al convegno VERONAFIL del 21/23 maggio e presso i migliori negozi di Filatelia e Numismatica, oppure si può richiedere direttamente all’editore:

C.I.F. srl – Casella Postale 1708 – Via Cordusio , 4 - 20123 MILANO Tel. 02.877139 – Fax 02.72022135 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - sito internet www.unificato.it